Vittoria di Daniel Abt nel quinto atto di Formula E

con 1 commento

Sabato 3 marzo è andato in scena all’autodromo Hermanos Rodriguez  il quinto atto della  di Formula E. Dopo Santiago de Cile la serie sbarca a Mexico City.

Il quinto atto della Formula E vede il successo del tedesco Daniel Abt.

 “E’ stata una giornata fantastica. Ci siamo lasciati alle spalle i tempi duri, senza mai arrenderci. Sono molto orgoglioso, perché siamo arrivati qui sapendo di avere una macchina velocissima”

La monoposto dei cinque cerchi precedete sulla linea del traguardo Oliver Turvey. Per il pilota inglese e per la scuderia è il primo podio stagionale.

 “ Sapevo di avere il ritmo e la possibilità di lottare per i posti di testa. E’ stata una gara molto combattuta ma sono contento di regalare al team il primo podio della stagione”

Terzo Sebastien Buemi , che per la terza volta consecutiva porta la sua Renault sul gradino più basso del podio.

 “ La prima parte della gara è stata molto difficile per me, tuttavia nella seconda avevo maggiore velocità. Sapevo che Abt era troppo lontano, così ho cercato di passare Turvey, ma non ce l’ho fatta, su questo circuito è molto difficile. Sono felice per il mio 20° podio ma non mi considero in lotta per campionato, non siamo abbastanza veloci”.

 

 

La partenza del quinto atto vede in pole lo svedese Rosenqvist , seguito dall’inglese Turvey.

I due piloti impongono un ritmo altissimo alla gara. Alle loro spalle la lotta tra la Renault e l’Audi si accende.  Al 15 giro la vettura indiana tradisce lo svedese. Rosenqvist è costretto a fermarsi sulla curva che immette sul rettilineo. La monoposto resta ferma per qualche secondo e poi riparte dopo la procedura di reset messa in atto dal pilota. Lo svedese, si ritrova in diciannovesimo posizione.

Al 21 giro Buemi va lungo alla curva 1. Il tedesco dell’Audi si porta alle spalle del leader Turvey. Il 23° giro, segna l’iniziano dei pit stop. Un super pit stop dei meccanici Audi, consente al pilota tedesco  di strappare la prima posizione a Turvey che ora è distante quasi quattro secondi. Dopo il pit, la situazione vede Abt, Turvey, Vergne, Buemi e Piquet come quintetto di testa.

Grazie al fanboost, Buemi sorpassa Vergne e la sua Techeetah sul rettilineo senza fatica e si piazza virtualmente sul gradino basso del podio.

A cinque giri dal termine, inizia la lotta tra Buemi e Turvey con Piquet che non sta a guardare e che si avvicina al pilota svizzero della Renault. Al penultimo giro, Buemi rischia il contatto con Turvey e chiede tutto alla sua monoposto. Ma, alla fine, non riesce a mettere a segno il sorpasso e le posizione restano congelate fino alla fine tra gli applausi del pubblico, presente in massa sugli spalti del circuito.

 

 

Dopo il quinto atto la classifica piloti vede, sempre in testa il francese Vergne  con 81 punti. Seguono lo svedese Rosenqvist con 69 punti e il britannico Bird con 61 punti, che nella gara messicana non prende punti.

La classifica dei Team, dopo la gara messicana vede in testa la Cinese Techeetah con 99 punti. Mantiene la seconda piazza l’indiana Mahindra con 90 punti. La Panasonic Jaguar Team con 74 punti raggiunge la terza posizione

Prima di sbarcare in Europa il “ circus” ritornerà , dopo il forfait di San Paolo del Brasile a Punta de l’Este . Nella cittadina Uruguiana, il 17 marzo ,si correrà il sesto atto del campionato.

 

 

 

Torna alla Home

 

One Response

  1. zvodret iluret
    | Rispondi

    I have been reading out some of your stories and i must say nice stuff. I will definitely bookmark your website.

Lascia una risposta

Translate »