Formula E nella città eterna Vince Sam Bird

con 1 commento

14 Aprile 2018 nella città eterna sono di scena la Formula E. lungo un tracciato di 2,8 chilometri, da ripetere 33 volte, l’Urbe sperimenta e farà intravedere la mobilità del futuro

 

questa competizione rappresenta per i grandi marchi una palestra per presentare e promuovere nuove soluzioni tecniche di propulsori. La presenza e l’annuncio dell’arrivo di case come Renault, Jaguar, Audi, Mahindra, Mercedes e Porsche dimostra l’accresciuta importanza della Formula E , la cui ricaduta sulla tecnologia delle auto elettriche che vedremo sulle strade è e sarà notevole  G. Dallara

 

 

Dopo aver ricevuto la benedizione del Santo Padre, le autovetture a zero emissioni si sfidano percorrendo le strade del’Eur.

 

Essendo la città eterna la capitale dei sampietrini, la “Formula E Operation ha asfaltato temporaneamente alcuni tratti dell’area di fronte al Palazzo dei Congressi. Le gettate basano su un letto di sabbia. Quando saranno rimosse non avranno alcun impatto sui sampietrini che entro il 22 aprile torneranno come prima. “

La griglia di partenza dopo la Superpole vede in prima fila  lo svedese Felix Rosenqvist su Mahindra e il britannico Bird. Lo svedese ha fatto registrare, nel circuito della città eterna il tempo di 1.36.311. La seconda fila viene occupata  da M. Evans, su Jaguar e dal tedesco Lotter. Segue lo svizzero Buemi e Di Grassi. Il leader del mondiale Vergne  è soltanto ottavo.

 

La gara , nella città eterna

 

 

Nei primi 15 giri dei 33 totali, la top five resta invariata. Dietro i primi cinque ci sono Sebastian Buemi  su Renault e.dams, Oliver Turvey  al volante della Nio  e le due Audi di Abt  e Di Grassi .Di Grassi, al quindicesimo giro, è quello con più energia nella monoposto: la sua strategia potrebbe concretizzarsi nella massima spinta durante i pit stop per poi cambiare la sua auto il più tardi possibile. 

 

Dopo il cambio vettura, continua il duello tra lo svedese della Mahindra e il britannico della DS Virgin.

 

Il francese della Renault Buemi, nella girandola dei cambi conquista la terza posizione. Tra i primi due, inizia una vera lotta senza esclusione di colpi. L’inglese insegue lo svedese senza mollare il posteriore della sua monoposto. Evans riguadagna il gradino basso del podio virtuale, superando Buemi.

Il 23 giro è fatale per lo svedese della Mahindra. Per un errore la sua autovettura va a sbattere contro le barriere, danneggiando la sospensione posteriore. Un errore che gli impone l’uscita di scena.

Nel giro successivo l’Audi di Di Grasso , grazie alla “fanboost” supera la Renault di Beumi e si porta alle spalle dei due battistrada, Bird ed Evans.

Bird, Evans e Di Grassi sono in battaglia vera per conquistare il titolo di primo “Cesare” dell’ E-Prix di Roma. Alla tornata numero 28, Di Grassi è il più veloce in pista. Approfittando della lotta dei tre di testa, Lotterer si avvicina al gruppo dei leader: si profila un finale a quattro.

Trentesimo giro, il tedesco Lotter si avvicina al terzetto di testa . Ora sono in quattro a contendersi la vittoria nella città eterna. A due giri dalla fine il brasiliano dell’Audi è protagonista di uno spettacolare sorpasso sulla Jaguar di Mitch Evans, portandosi al secondo posto.

Lotter, vuole il podio, prova ad approfittarne. Una curva più tardi, Lotter fa lo stesso ma questa volta Evans risponde e si riprende il piazzamento.

Ultimo giro con Bird che mantiene la testa. Di Grassi è distante solo mezzo secondo dall’inglese. Lotter riesce a superare Evans. Di Grassi è sempre più vicino a Bird è l’inglese che taglia per primo la linea del traguardo

 

 eterna
Sam Bird su DS Virgin vince il primo Gp di Formula E denutosi a Roma. Sul podio salgono  Di Grassi su Audi e Lotter su Techeetah.

 

Il britannico centra il suo secondo successo stagionale dopo quello ottenuto nella prima gara ad Hong Kong. “E’ stata una gara difficile abbiamo tenuto duro, risparmiato la batteria e ottenuto un grande vittoria”.

 

 

 

Dopo il settimo atto la classifica piloti vede, sempre in testa il francese Vergne  con 119 punti. Grazie alla vittoria “ romana”, il  britannico Bird con 101 punti sale in seconda posizione. Terzo lo svedese Rosenqvist con 82 punti

La classifica dei Team, dopo la gara romana vede in testa la Cinese Techeetah con 152 punti. Sale in seconda posizione la scuderia inglese DS Virgin con 118 punti. Scende in terza posizione l’indiana Mahindra con 103 punti

Dopo aver corso sulle strade della Capitale Italiana il circus della Formula E si sposta nella Capitale Francese. Il 28 Aprile sul  Circuit Des Invalides si disputerà l’ottava gara del campionato #FormulaE.

 

 

 

Torna alla Home

 

One Response

  1. zvodret iluret
    | Rispondi

    Useful information. Lucky me I discovered your website accidentally, and I am shocked why this twist of fate didn’t took place earlier! I bookmarked it.

Lascia una risposta

Translate »