Alfredo Ferrari, semplicemente Dino.

con 16 commenti

 

Alfredo Ferrari ,Dino, 1932 – I956.

“ Dino era nato nelle corse e con le corse. Era pervaso da una passione esclusiva per questo sport, e del resto sapeva pilotare con disinvolta perizia le macchine che potevo dargli“. E.Ferrari

 

Dino

 

Prese il diploma di perito industriale all’Istituto Corni di Modena, quindi gli studi ingegneristici in Svizzera e poi l’inizio di quelli economici all’Università di Bologna.Fu costretto a interrompere gli studi a causa della distrofia di Duchenne. Malattia per la quale non esistevano cure. Pur costretto a letto, continuò con grandissima abnegazione a portare avanti la passione dei motori.

Il suo nome è legato alla progettazione del celebre V6, sei cilindri.

Enzo Ferrari ha sempre ricordato che il figlio “Dino” aveva sempre sostenuto la validità dei piccoli motori V. Dino sosteneva la loro tenuta nel tempo, più di quelli a dodici cilindri.

Progettato insieme a Aurelio Lampredi per la  Formula 2. Nato con cilindrata 1.500cc vengono realizzati subito alcuni esemplari che coprono l’arco sino a 2.500 cc. Questo motore assume la sua struttura definitiva verso la fine del 1956. Esordisce in F1 nel G.P. del Marocco a Casablanca.

 

 Dino , il Motore V6

 

 

Caratteristiche tecniche

Dino

Motore Posteriore, 6 cilindri V-65, testa a basamento in lega leggera.
Alesaggio diametro e corsa 77 x 57 mm
Cilindrata unitaria   265.42 cc
Cilindrata totale   1.592,57 cc
Rapporto compressione: 1.5 :1
Potenza massima   175 cv a 9.000 giri/min.
Distribuzione a due assi a camme in testa per bancata
Valvole   due in testa per cilindro

Il sei cilindri Dino a prima vista si direbbe un 12 cilindri a V tagliato in due. La peculiarità del V6 era L’angolo di 65 gradi tra le due bancate. Questa caratteristica permetteva di limitare gli ingombri. Il Dino venne utilizzato sino allo scadere della F1, nel 1960.

Il motore V6 oltre a equipaggiare le vetture del neonato marchio DINO, equipaggiò una Lancia. Quest’ultima riuscì ad utilizzare il V6 sulla Stratos.

La “ leggenda” narra che l’Ingegnere inserì nell’accordo di fornitura dei 500 motori V6, Sandro Munari. Nel 1972 Sandro Munari partecipò alla Targa Florio del 1972. In coppia con Merzario , pilotando una Ferrari 312 P/B, dopo undici giri del circuito siciliano si aggiudicarono la vittoria . Sul traguardo di Cerda, lasciano alle Alfa Romeo 33 TT3, i posti d’onore.

 

 DINO, il Brand

 

La guerra innescata tra la Ferrari e la Ford, pone la casa di Maranello in estrema difficoltà. Una guerra che incomincio nel Maggio del 1963, quando Ferrari rifiutò di firmare l’accordo tra le due case. Le conseguenze furono che nel 1964 la Ferrari decise di restituire la licenza sportiva italiana e iscrivere le sue “ rosse ” al Campionato americano NART.

Nel 1965 l’ A.D. della Fiat, Gaudenzio Bono, aveva proposto a Ferrari di studiare un motore di 1.600 cc, con prestazioni elevate , da montare su vetture prodotte dal brand torinese. Con questo accordo la Fiat si impegnava a costruire 500 unità entro l’anno.

Tale produzione era necessaria ai fini del regolamento C.S.I. Un regolamento che , anche sotto l’influsso di Ford, aveva disposto che i motori delle vetture F2 dovessero arrivare da motori di serie. Cioè da una produzione di almeno 500 vetture all’anno, da parte di Fiat

Da questa collaborazione nacquero vetture che presero il nome: Dino, Fiat Dino e Dino Ferrari.

Dino

La prima Dino a marchio Fiat, fu nella primavera del 1966 uno spider, la Fiat Dino 2000 Spider, realizzata in 1.163 esemplari. Nel 1967 venne presentata, dalla casa torinese la Fiat Dino 2000 Coupè. Prodotta in 3.670 unità. Lo spider, nasce dal disegno di Pininfarina, il coupè da Bertone.

Nel 1969, entrambe le versioni furono aggiornate , nacquero la Fiat Dino 2400 Spider e Fiat Dino 2400 Coupè, rimasero in produzione fino al 1972. La versione Spider fu realizzata in 420 unità, la versione coupè in 2.398 esemplari. In tutto sono state prodotte 7.651 FIAT Dino.

Nel 1968, in memoria del figlio, Enzo Ferrari creò il marchio automobilistico Dino

Un Brand, creato dalla Ferrari per realizzare “ sportive” con meno di otto cilindri. Tale marchio venne utilizzato da Ferrari e Fiat e rimase attivo fino al 1980.

Il primo modello del brand, Dino Ferrari, a vedere la luce è la 206GT, prodotta dal 1967 al 1969. Nel 1969 è la volta della 246. Prodotta in due versioni , GT il coupè e la versione spider GTS. Rimasero in produzione fino al 1974.

Tra il 1974 e il 1980, viene prodotta, dalla Ferrari un coupè: la Dino 308GT4. Nel 1975 , da questa ultima autovettura nasce la 208GT4. Vettura identica alla ,308, ma con motore di cilindrata ridotta.

Il 18 giugno 1969 è una data importante per il futuro del Cavallino. In quella data , si incontrato Gianni Agnelli, presidente della Fiat ed Enzo Ferrari.

L ‘Ingegnere e l’Avvocato sigleranno un accordo che come disse il “ Drake”

“..mi sentivo tranquillo di aver trovato una giusta destinazione per l’azienda alla quale ho dato una vita. Tranquillo di aver assicurato continuità   e sviluppo al lavoro dei miei collaboratori…..A Maranello  io ho dato solo il nome di una fabbrica di automobili conosciuta in tutto il mondo. La Fiat realizzerà ora una vera fabbrica di automobili.”

L’accordo dava alla Fiat il 50% della Ferrari che manteneva il controllo della gestione sportiva.

 

 

 

16 Responses

  1. gamefly free trial
    | Rispondi

    Just want to say your article is as astounding. The clarity in your publish is just nice and i can think you’re a professional on this subject.

    Well with your permission let me to clutch your feed to keep
    updated with imminent post. Thanks a million and please continue the gratifying work.

  2. gamefly
    | Rispondi

    I do accept as true with all of the ideas you’ve offered on your post.
    They are very convincing and can certainly work.
    Still, the posts are too quick for novices. Could you
    please lengthen them a bit from next time? Thanks for the
    post.

  3. free minecraft
    | Rispondi

    This is a topic which is close to my heart… Take care!
    Where are your contact details though?

  4. After exploring a few of the blog posts on your web site, I seriously appreciate your technique of writing a blog.
    I book marked it to my bookmark website list and
    will be checking back soon. Take a look at my website too and
    tell me how you feel.

  5. g
    | Rispondi

    Hi, I do believe this is an excellent website. I stumbledupon it 😉 I will come back yet again since I saved
    as a favorite it. Money and freedom is the greatest way to change,
    may you be rich and continue to guide other people.

  6. g
    | Rispondi

    I blog quite often and I genuinely thank you for your content.
    This great article has really peaked my interest.

    I am going to take a note of your website and keep checking for new information about
    once a week. I opted in for your RSS feed as well.

  7. These are in fact enormous ideas in concerning blogging.
    You have touched some nice points here. Any way keep up wrinting.

  8. Wow that was unusual. I just wrote an extremely long comment but
    after I clicked submit my comment didn’t show up.
    Grrrr… well I’m not writing all that over again. Anyway,
    just wanted to say excellent blog!

  9. how to download minecraft free
    | Rispondi

    It’s an remarkable piece of writing in support of all the internet visitors;
    they will get benefit from it I am sure.

  10. download minecraft pc
    | Rispondi

    Woah! I’m really enjoying the template/theme of this blog.
    It’s simple, yet effective. A lot of times it’s hard to get
    that “perfect balance” between user friendliness and appearance.

    I must say you have done a superb job with this.
    In addition, the blog loads extremely quick for me on Opera.
    Superb Blog!

  11. minecraft download free
    | Rispondi

    Hey there would you mind letting me know which hosting company you’re utilizing?
    I’ve loaded your blog in 3 completely different browsers and I
    must say this blog loads a lot quicker then most. Can you recommend a good hosting provider at
    a honest price? Thanks a lot, I appreciate it!

  12. I was able to find good advice from your blog posts.

  13. Hi there to every one, as I am truly keen of reading this webpage’s post
    to be updated regularly. It consists of pleasant
    information.

  14. quest bars
    | Rispondi

    I’m not that much of a internet reader to be honest but your sites
    really nice, keep it up! I’ll go ahead and bookmark your site
    to come back later on. Many thanks

  15. tinyurl.com
    | Rispondi

    This design is incredible! You definitely know how to keep a reader
    amused. Between your wit and your videos, I was almost moved to start my own blog (well, almost…HaHa!) Great job.
    I really loved what you had to say, and more than that, how you presented it.
    Too cool!

  16. Excellent post. I absolutely appreciate this site.
    Thanks!

Lascia una risposta

Translate »