Ferrari Classiche, l’officina dove far ri-nascere il mito

con 2 commenti

Nel mondo le vetture Classiche, del cavallino Rampante, sono 81.000. Un potenziale enorme per tutti quelli appassionati di Ferrari storiche. 

Nel 2006 nasce all’interno della storica sede di Maranello, in una casetta vicino alla pista di collaudo , il reparto Ferrari Classiche. Un luogo ricco e pregno di storia. Un Luogo dove i modelli usciti dalla sede storica di Maranello, potessero Ri-Tornare per preservarne la loro bellezza negli anni futuri.

 

Una storia che la Ferrari vuole conservare nelle sue auto storiche.

 

 

 

L’officina è una struttura in grado di rimettere a “ nuovo” integralmente una Ferrari, riportandole allo stato originale , così da poterle certificare. 

Lo stato originale , per le vetture stradali, corrisponde al momento in cui  la vettura viene consegnata al cliente. Per le vetture da competizione, lo stato originale, viene considerato facendo riferimento a una data precisa della sua attività agonistica.

 

Le Ferrari, tutte indistintamente sono opere d’arte. Sono dei giocattoli che i proprietari hanno sognato tutta la vita e ora possono guidarle. E ora possono farlo nei migliori dei modi. Luigino Barp. Responsabile di Ferrari Classiche. 

 

Nell’archivio della Ferrari Classiche è possibile scoprire i particolari di ogni autovettura, gli optional, le modifiche tecniche e il colore, ogni componente veniva registrato.

Inoltre è possibile esaminare le tavole e i disegni tecnici, i cartellini di manutenzione, i documenti commerciali e il giorno di consegna. Oltre a esaminare questi elementi, per le vetture da competizione vengono verificate le diverse configurazioni di meccanica e carrozzeria nelle diverse competizioni a cui ha partecipato.

 

Il primo passo per far Ri-vivere una classica Ferrari è “ l’ispezione”

 

In questa fase preliminare la vettura viene  “scansionata ” in tutte le sue parti. Nell’ispezione l’archivio assume un ruolo importante, in quanto fornisce tutta la documentazione relativa.

Dopo questo primo intervento viene eseguito lo smontaggio totale. Ogni singolo elemento viene esaminato. Lo chassis, viene controllato attraverso l’esame metallografico e dimensionale.

La struttura “ nuda” viene ricondizionata integralmente. Nel caso in cui il ricondizionamento avesse bisogno di reperire una parte mancante, viene reperito un pezzo originale o viene ricostruito. L’ultima fase è la verniciatura.

 

la filosofia è quella di preservare il più possibile le strutture, gli accessori e i materiali originari

 

La parte motoristica si avvale delle tavole originali dell’epoca.

 

 

I motori vengono smontati in ogni suo elemento e viene controllata l’usura di ogni singolo elemento. “ vengono utilizzati strumentazioni e supporti d’avanguardia che permettono di accedere a ogni singolo particolare “. Un lavoro che deve “ armonizzare” pezzi usurati con pezzi appena costruiti. Il tutto per garantire la massima resa e affidabilità.

L’ultima fase sono gli interni. Un sarta è presente in officina e gli interni vengono tutti ricostruiti con pelle Cannally originale, come all’epoca. 

 

Quando la vettura è pronta provvedo al collaudo finale. Viene poi invitato il cliente finale a ritirare la vettura, come fosse nuova. A lui viene rilasciato un dossier con tutte le caratteristiche della vettura. In aggiunta viene consegnato un Book di manutenzione. Il Book prevede il rientro della vettura a Maranello per un controllo una volta l’anno, e la Garanzia su tutti i pezzi per 24 mesi. 

 

Ogni modello per entrare in questa unica Officina deve passare il vaglio di una commissione. La commissione tecnico-scientifica è presieduta da Piero Ferrari. Per un restauro completo il tempo massimo è di !4 mesi.

 

 

 

 

Torna alla Home

 

Nel 2006 nasce all’interno della storica sede di Maranello, in una casetta vicino alla pista di collaudo , il reparto Ferrari Classiche. Un luogo ricco e pregno di storia. Un Luogo dove i modelli usciti dalla sede storica di Maranello, potessero Ri-Tornare per preservarne la loro bellezza negli anni futuri.

 

Una storia che la Ferrari vuole conservare nelle sue auto storiche.

 

 

 

L’officina è una struttura in grado di rimettere a “ nuovo” integralmente una Ferrari, riportandole allo stato originale , così da poterle certificare. 

Lo stato originale , per le vetture stradali, corrisponde al momento in cui  la vettura viene consegnata al cliente. Per le vetture da competizione, lo stato originale, viene considerato facendo riferimento a una data precisa della sua attività agonistica.

 

Le Ferrari, tutte indistintamente sono opere d’arte. Sono dei giocattoli che i proprietari hanno sognato tutta la vita e ora possono guidarle. E ora possono farlo nei migliori dei modi. Luigino Barp. Responsabile di Ferrari Classiche. 

 

Nell’archivio della Ferrari Classiche è possibile scoprire i particolari di ogni autovettura, gli optional, le modifiche tecniche e il colore, ogni componente veniva registrato.

Inoltre è possibile esaminare le tavole e i disegni tecnici, i cartellini di manutenzione, i documenti commerciali e il giorno di consegna. Oltre a esaminare questi elementi, per le vetture da competizione vengono verificate le diverse configurazioni di meccanica e carrozzeria nelle diverse competizioni a cui ha partecipato.

 

Il primo passo per far Ri-vivere una classica Ferrari è “ l’ispezione”

 

In questa fase preliminare la vettura viene  “scansionata ” in tutte le sue parti. Nell’ispezione l’archivio assume un ruolo importante, in quanto fornisce tutta la documentazione relativa.

Dopo questo primo intervento viene eseguito lo smontaggio totale. Ogni singolo elemento viene esaminato. Lo chassis, viene controllato attraverso l’esame metallografico e dimensionale.

La struttura “ nuda” viene ricondizionata integralmente. Nel caso in cui il ricondizionamento avesse bisogno di reperire una parte mancante, viene reperito un pezzo originale o viene ricostruito. L’ultima fase è la verniciatura.

 

la filosofia è quella di preservare il più possibile le strutture, gli accessori e i materiali originari

 

La parte motoristica si avvale delle tavole originali dell’epoca.

 

 

I motori vengono smontati in ogni suo elemento e viene controllata l’usura di ogni singolo elemento. “ vengono utilizzati strumentazioni e supporti d’avanguardia che permettono di accedere a ogni singolo particolare “. Un lavoro che deve “ armonizzare” pezzi usurati con pezzi appena costruiti. Il tutto per garantire la massima resa e affidabilità.

L’ultima fase sono gli interni. Un sarta è presente in officina e gli interni vengono tutti ricostruiti con pelle Cannally originale, come all’epoca. 

 

Quando la vettura è pronta provvedo al collaudo finale. Viene poi invitato il cliente finale a ritirare la vettura, come fosse nuova. A lui viene rilasciato un dossier con tutte le caratteristiche della vettura. In aggiunta viene consegnato un Book di manutenzione. Il Book prevede il rientro della vettura a Maranello per un controllo una volta l’anno, e la Garanzia su tutti i pezzi per 24 mesi. 

 

Ogni modello per entrare in questa unica Officina deve passare il vaglio di una commissione. La commissione tecnico-scientifica è presieduta da Piero Ferrari. Per un restauro completo il tempo massimo è di !4 mesi.

 

 

 

 

Torna alla Home

 

2 Responses

  1. Reliableonlinepharmacy
    | Rispondi

    Grazie!!!!!😄

  2. zvodret iluret
    | Rispondi

    Great wordpress blog here.. It’s hard to find quality writing like yours these days. I really appreciate people like you! take care

Lascia una risposta

Translate »